Come creare il lavoro che desideri

0

In molti punti della mia vita e nelle conversazioni con molte persone, mi sono trovato a cercare di rispondere alla domanda “Cosa voglio fare?”

Lavorare con internet

Quella domanda, per quanto semplice possa sembrare, significa cento cose diverse. Quali sono le tue aspirazioni di carriera? Cosa vuoi fare per lavoro? Qual è la tua missione? In che tipo di ambiente vuoi lavorare? Queste domande sono molto pesanti e può essere difficile trovare la posizione lavorativa perfetta per noi.

E quando non riesci a trovare il lavoro che vuoi, a volte devi solo inventarlo da solo.

Oggi, noto sempre più ragazzi laurearsi, magari in giornalismo o comunicazione o altre branche di mercato, che poi finiscono per non riuscire a trovare il lavoro che avrebbero voluto intraprendere. Ok, è una cosa che è sempre accaduta, ma perché lasciarsi andare al caso?

Quindi, sono molte le persone che non pensano a crearsi un lavoro autonomo, ma se vogliono avere un lavoro sarà il caso che comincino a pensare a livello imprenditoriale. Ogni persona è l’unico imprenditore di sé stesso: chi si adagia a lavorare per qualcuno lasciando che le decisioni di quest’ultimo guidino la propria vita, perde ogni diritto di lamentarsi se il lavoro non va bene o se viene licenziato, trovandosi così in mezzo una casa, magari pieno di debiti.

Ora iniziare la propria attività non è facile, si tratta di fare molto lavoro. Ma se sei una persona che apprezza l’indipendenza e il controllo del proprio lavoro e della propria vita, sarà molto più facile inventare un lavoro piuttosto che aspettare che qualcuno te lo dia. Perché, anche con tutto il lavoro necessario per creare una entrata finanziaria, i risultati torneranno indietro, e alla fine della giornata, saprai cosa devi fare e come farlo.

Quindi ecco una guida semplificata per creare il tuo lavoro. Dovrai aggiungere molto impegno, passione, lavoro ed energia. Ma se ci credi, ne vale la pena.

Inventare un lavoro

1. Raccogliere una squadra: se vuoi essere un imprenditore o creare una società, vuoi circondarti di persone adatte al tuo lavoro e ai tuoi propositi. Ora cosa rende “le persone adatte?”. Per me, ci sono due cose che i membri del mio team possiedono, che ritengo siano di gran lunga le più importanti. La prima è che sono sulla mia stessa onda mentale, per quanto riguarda gli obiettivi e i valori della nostra azienda, che sono appassionati per quegli obiettivi e per quei valori. La seconda è che ogni compagno di squadra, possiede diverse abilità e prospettive al lavoro. La ricerca della business school dell’Università di Amsterdam, ha rilevato che le migliori squadre, possiedono leadership, flessibilità interpersonale, impegno di squadra e disponibilità. Inoltre, hanno scoperto che più coesione all’interno dei team esiste, maggior facilità al successo sarà presente.

2. Identifica un problema da risolvere e raccogli dati a supporto del tuo problema – Tutti hanno problemi nella loro vita. Forse non potranno mai prendere l’autobus in tempo. O forse stanno avendo difficoltà a rimanere in contatto con i loro figli. Il problema che la società si propone di risolvere, è l’obiettivo da raggiungere e risolvere.

Ora forse sei un genio della tecnologia e ti stai chiedendo, in questo momento, perché non è sufficiente creare una bella tecnologia per creare un business. Perché hai bisogno di risolvere un problema? Le persone pagano per cose che risolvono i loro problemi. E quei problemi vanno da persone che hanno bisogno di più divertimento nella loro vita (vendono loro una tecnologia divertente) o hanno poco tempo (vendono tecnologia che li fa risparmiare tempo).

Quindi scopri il problema che stai per risolvere, scopri a chi stai risolvendo il problema e poi inizia a parlare con quelle persone. Raggiungere loro attraverso interviste e sondaggi. Assicurati di usare il tuo tempo con loro per dimostrare che hanno il problema che stai risolvendo. Questo è qualcosa che l’imprenditore Eric Ries affronta nel suo libro, “The Lean Startup”. Dice che troppe aziende partono ipotizzando di sapere cosa vogliono i loro clienti e poi devono tornare indietro quando creano il prodotto e ottenere il loro primo feedback da parte dei clienti. Evita di sprecare tempo e denaro, se chiedi ai tuoi clienti di cosa hanno bisogno prima di trovare il servizio o il prodotto, ti farà risparmiare fatica e tempo.

3. Pianifica come risolvere il problema: una volta che il problema è stato convalidato dai consumatori e hai un’idea generale dei loro bisogni e desideri, devi creare un “sistema pilota”. Nel parlare imprenditorialmente, si potrebbe anche chiamare questo un PMV o prodotto minimo vitale. Ciò significa che il prodotto (o il prototipo) è il più semplice possibile. Mantieni le tue spese basse perché, quando lanci il tuo sistema pilota ai tuoi primi clienti, potresti accorgerti della presenza di alcuni grossi difetti. E parlando di soldi, a meno che tu non abbia trovato un modo per creare il tuo PMV gratuitamente, probabilmente avrai bisogno di soldi per farlo. Per creare e gestire il nostro prodotto di test, il team può utilizzare il crowdfunding. Ma ci sono anche fonti di business più tradizionali, come gli investimenti angel (che sono grandi per le iniziative della fase iniziale) e le sovvenzioni per le piccole imprese.

5. Metti alla prova il tuo prodotto di test: quando immetti il “tuo bambino sul mercato”, è terrificante. Ti stai continuamente chiedendo: e se lo odiassero? Dovrei aver provato in questo modo, invece? Ma è necessario conoscere le risposte a queste domande prima di andare avanti. Quindi manda il tuo PMV ai clienti e siediti con loro e chiedigli cosa ne pensano. Se non riesci a sederti fisicamente con loro, fai un colloquio telefonico o un sondaggio online. Per i sondaggi, si possono usare i moduli Google, perché è sono risorse gratuita. Ma se te lo puoi permettere, Qualtrics è ottimo per un’analisi approfondita del sondaggio.

6. Rispondi ai tuoi clienti, individua un budget a lungo termine e mettiti al lavoro. Prendi tutto ciò che hai appreso dal tuo prodotto test e apporta le modifiche di conseguenza. Ora è anche il momento giusto per capire quale tipo di budget hai bisogno, per costruire un prodotto completo. Quindi mettiti a lavoro ottenendo i soldi necessari per costruire un’altra iterazione del tuo prodotto. Molto probabilmente ripeterai più volte il prodotto sul ciclo di prova del consumatore. Ora hai un prodotto, clienti e soldi e hai creato il tuo lavoro!

Non dirò mai che la costruzione di un’azienda e la creazione del proprio lavoro, sono una passeggiata. In effetti, è la cosa più difficile, rischiosa ed estenuante che abbia mai fatto. Ma c’è qualcosa di veramente magico nell’essere il tuo capo e essere in grado di guidare il proprio lavoro con i valori e gli obiettivi che ritieni importanti. Adoro il lavoro che ho creato. E sono orgoglioso di averlo fatto da solo. Se è qualcosa che vuoi anche tu, qualcosa che sei disposto a mettere in atto, allora vai e inventalo! Il lavoro dei tuoi sogni ti sta aspettando.

Se ti interessa creare un lavoro profittevole leggi qui. 

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.